Le Calze della Befana non si acquistano: si fanno a mano!

 

Guai a chi compra le Calze della Befana al supermercato. Ok?!

Anche se ti senti un po’ imbranata, sappi che fare una calza della Befana è più facile di quello che pensi.
E poi anche se non ti dovessero venire bene, puoi sempre dare la colpa alla Befana e dire che è vecchia e ci vede poco.

Non ti ho ancora convinto? Ok, allora pensa che se le fai a mano, oltre a risparmiare,  puoi anche riempirle con quello che ti pare, cosa indispensabile per i bambini allergici o intolleranti che hanno bisogno di calze della Befana con il contenuto personalizzato!

Per non impazzire troppo ti consiglio di fare le Calze della Befana con materiali di recupero che si trovano in giro per casa.

Se hai un po’ di manualità, puoi cucire delle calze di stoffa utilizzando vecchi scampoli, maglioni di lana che non metti più (magari anche infeltriti), vecchi pantaloni e gonne di velluto,  jeans rotti o macchiati. Insomma, vanno bene tutti i tipi di tessuti che hai, anche quelli di vecchie coperte e tappezzeria per la casa.

Un pochino più impegnative sono le calze della Befana fatte a maglia, all’uncinetto o ricamate, ma per chi ha un po’ di dimestichezza con i ferri, con l’uncinetto, o con ago e filo è un bel modo per dare fondo a tutti gli avanzi di lana sparsi qua e là.


Per leggere l'articolo completo: www.unideanellemani.it

 

 

Le Calze della Befana non si acquistano: si fanno a mano!